Seleziona una pagina

La ferritina alta è un segno di…

Mag 17, 2024 | Infiammazione, Medicina Preventiva, Test

Hai visto la ferritina alta nelle tue analisi? Potrebbe essere un segno di infiammazione cronica. Ecco 3 motivi per cui sono molto correlate.

La ferritina è un parametro che si misura facilmente nel sangue e che ci dà un’idea delle riserve di ferro del nostro corpo. Il deposito del ferro è soprattutto nel tuo fegato!

Durante episodi di infiammazione e in particolare di infiammazione cronica di basso grado, i livelli di ferritina nel sangue possono aumentare per diverse ragioni. Queste le tre più importanti:

  1. Risposta di fase acuta: la ferritina è considerata una proteina di fase acuta, ovvero la sua produzione è stimolata da citochine infiammatorie come l’interleuchina-6 (IL-6) e il TNF-α. Queste citochine sono molecole che mandano segnali per favorire l’infiammazione e sono rilasciate dal sistema immunitario per combattere situazioni dannose o infezioni; questo porta quindi, di riflesso, ad un aumento della sintesi di ferritina nel fegato.
  2. Sequestro di ferro: durante un’infiammazione, il corpo tende a sequestrare il ferro all’interno delle cellule immunitarie e altre cellule, rendendolo meno disponibile per “cellule cattive” come batteri e funghi, che sono ghiotte di ferro per crescere e moltiplicarsi. La ferritina gioca un ruolo chiave in tutto questo, immagazzinando il ferro nel “deposito” e limitando quindi la sua disponibilità nel sangue. Questo fenomeno è noto come “anemia da malattia cronica“.
  3. Indicatore di stress ossidativo: l’infiammazione in generale può causare stress ossidativo, e la ferritina può agire come un antiossidante legando il ferro libero che altrimenti favorirebbe la formazione di radicali liberi dannosi tramite reazioni di Fenton (ho già un articolo pronto su tutto questo, in arrivo!).

Per cui, in conclusione, l’aumento dei livelli di ferritina durante un’infiammazione sistemica è una risposta del nostro corpo per gestire al meglio il ferro, combattere le infiammazioni e limitare il danno ai nostri tessuti.

Iscriviti alla newsletter!

* indicates required

Bibliografia

  • Recalcati, S., Invernizzi, P., Arosio, P., & Cairo, G. (2008). New functions for an iron storage protein: the role of ferritin in immunity and autoimmunity. Journal of Autoimmunity, 30(1-2), 84-89.
  • Wang W, Knovich MA, Coffman LG, Torti FM, Torti SV. Serum ferritin: Past, present and future. Biochim Biophys Acta. 2010 Aug;1800(8):760-9. doi: 10.1016/j.bbagen.2010.03.011. Epub 2010 Mar 19. PMID: 20304033; PMCID: PMC2893236.
  • Wang, W., Knovich, M. A., Coffman, L. G., Torti, F. M., & Torti, S. V. (2010). Serum ferritin: Past, present and future. Biochimica et Biophysica Acta (BBA) – General Subjects, 1800(8), 760-769.
  • Kernan, K. F., & Carcillo, J. A. (2017). Hyperferritinemia and inflammation. International Immunology, 29(9), 401-409.
  • Ganz, T., Nemeth, E. Iron homeostasis in host defence and inflammation. Nat Rev Immunol 15, 500–510 (2015). https://doi.org/10.1038/nri3863
  • Recalcati S, Invernizzi P, Arosio P, Cairo G. New functions for an iron storage protein: the role of ferritin in immunity and autoimmunity. J Autoimmun. 2008 Feb-Mar;30(1-2):84-9. doi: 10.1016/j.jaut.2007.11.003. PMID: 18191543.
  • Cohen, L. A., Gutierrez, L., Weiss, A., Leichtmann-Bardoogo, Y., Zhang, D.-L., Crooks, D. R., … & Rouault, T. A. (2010). Serum ferritin is derived primarily from macrophages through a nonclassical secretory pathway. Blood, 116(9), 1574-1584. https://doi.org/10.1182/blood-2009-11-253815
  • Kate F Kernan, Joseph A Carcillo, Hyperferritinemia and inflammation, International Immunology, Volume 29, Issue 9, September 2017, Pages 401–409
  • Torti, S. V., & Torti, F. M. (2002). Regulation of ferritin genes and protein. Blood, 99(10), 3505-3516.

2 Commenti

  1. Rossella Colonna

    Buongiorno Dottore, ieri ho ritirato analisi gli unici asterischi sono sulla Ferritina a 177 (13-150) e la Transferrina 172 (200-336) il mese scorso ho fatto la MOC e sono risultata paziente osteoporptico. Sono in menopausa da 4 anni circa, ho quasi 57 anni, vado in palestra 3 volte a settimana e ho un’alimentazione sana (verdure, carne, uova, pasta quasi mai, pane si con moderazione, poco vino, solo il fine settimana (un bicchiere a pasto). Non assumo farmaci, solo integratori ( C 1000, D3, K2, Zinco, MSM, Magnesio375 alla sera)
    Cosa potrebbe essere ?

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *