Seleziona una pagina

L’astaxantina previene la fibrosi!

Mar 8, 2024 | Antiaging, Medicina Preventiva, Nutraceutica

L’astaxantina è il più potente antiossidante trovato in natura!

Questo è l’inizio di uno dei miei video più seguiti, che parla di una delle molecole che mi piace di più e che io stesso utilizzo.

Ebbene, un recentissimo articolo proprio del 2023 ci racconta di ulteriori promettenti benefici dell’astaxantina: la prevenzione e la cura della fibrosi degli organi.

Cos’è la fibrosi?

La fibrosi è l’atto finale di molte malattie croniche. L’infiltrazione di cellule infiammatorie e l’attivazione dei miofibroblasti sono le sue caratteristiche principali. Queste cellule attivate “producono le molecole della fibrosi”.

Si verifica un eccessivo deposito di matrice extracellulare nei tessuti, che porta a danni ai tessuti sino all’insufficienza d’organo. Il tutto con alti tassi di mortalità.

Tanti organi possono essere colpiti: polmoni, fegato, reni, cuore, intestino, e anche la pelle.

La protezione dell’astaxantina

Ti avevo raccontato dei benefici dell’astaxantina e dei suoi effetti protettivi sulla salute della pelle, degli occhi, del sistema cardiovascolare e del sistema nervoso e poi della sua attività antiossidante, antinfiammatoria e antiapoptosi (ovvero contro la morte delle cellule), senza dimenticare quella di fotoprotezione.

L’astaxantina, in quanto carotenoide, viene assorbita dall’organismo come i grassi (è infatti una molecola liposolubile). Dall’intestino arriva al fegato, e da lì va in molti organi: milza, rene, cuore, polmone e fegato. E proprio qui tira fuori i suoi poteri: riducendo l’ossidazione e l’infiammazione, va potenzialmente a spegnere i meccanismi che generano la fibrosi.

Infine ti cito una chicca: l’astaxantina aumenta la sintesi o l’espressione dell’enzima Sirt1, una sirtuina (di cui ti avevo già parlato qui), la stessa attivata dalla restrizione calorica e dal digiuno. Questa particolare sirtuina è spesso considerata un enzima “anti-invecchiamento”, ed è alla base dei benefici effetti sulla longevità del digiuno intermittente o dei NAD booster.

Questa sirtuina può essere stimolata da molecole come l’acido ferulico, la tetraidrocurcumina, l’urolitina A, la melatonina e proprio l’astaxantina.

Quale astaxantina e quanta?

A parte i suoi noti numerosi benefici, sempre più evidenze sottolineano come l’astaxantina sia una molecola con davvero grandi potenzialità in un quadro di fibrosi o sospetta fibrosi.

Il dosaggio può variare da 4 mg sino anche ai 15-16 mg al giorno (dipende dal peso e dal caso clinico, ti consiglio di consultare un professionista a riguardo!).

Ti suggerisco questa qui sotto, da 8 mg (reali, non come altri prodotti che si trovano in giro).

In generale la dose giornaliera raccomandata di astaxantina per gli adulti è di 0,034-0,2 mg/ kg di peso corporeo.

Ti consiglio di assumerla al mattino, a stomaco pieno, specialmente con una colazione proteico-grassa. Se non facessi colazione, puoi assumerla dopo pranzo, ma sarebbe meglio non più tardi.

Iscriviti alla newsletter!

* indicates required

Bibliografia

  • Ke Li, Wenhong Wang, Weihua Xiao, Astaxanthin: A promising therapeutic agent for organ fibrosis, Pharmacological Research, Volume 188, 2023, 106657, ISSN 1043-6618, https://doi.org/10.1016/j.phrs.2023.106657.
  • C. Zhang, X. Chen, H.-P. Too, Microbial astaxanthin biosynthesis: recent achievements, challenges, and commercialization outlook. Appl. Microbiol. Biotechnol., 104 (2020), pp. 5725-5737.
  • J. Li, C. Guo, J. Wu, Astaxanthin in liver health and disease: a potential therapeutic agent. Drug Des. Devel. Ther., 14 (2020), pp. 2275-2285
  • E. Moran-Salvador, J. Mann, Epigenetics and Liver Fibrosis. Cell. Mol. Gastroenterol. Hepatol., 4 (2017), pp. 125-134
  • D. Turck, J. Castenmiller, S. de Henauw, K.I. Hirsch-Ernst, J. Kearney, A. Maciuk, I. Mangelsdorf, H.J.McArdle, A. Naska, C. Pelaez, K. Pentieva, A. Siani, F.Thies, S. Tsabouri, M. Vinceti, F. Cubadda, K.-H.Engel, T. Frenzel, M. Heinonen, R. Marchelli, M.Neuhäuser-Berthold, M. Poulsen, Y. Sanz, J.R.Schlatter, H. van Loveren, R. Ackerl, W. Gelbmann, H. Steinkellner, H.K. Knutsen, Safety of astaxanthin for its use as a novel food in food supplements. EFSA J., 18 (2020), Article e05993.
  • M. Mularczyk, I. Michalak, K. MaryczAstaxanthin and other, Nutrients from Haematococcus pluvialis-Multifunctional ApplicationsMar. Drugs, 18 (2020).
  • DiNicolantonio JJ, McCarty MF, O’Keefe JH. Nutraceutical activation of Sirt1: a review. Open Heart. 2022 Dec;9(2):e002171. doi: 10.1136/openhrt-2022-002171. PMID: 36522127; PMCID: PMC9756291.
  • Wei Ding, Peng Zhao, Jun Peng, Yongteng Zhao, Jun-Wei Xu, Tao Li, Russel J. Reiter, Huixian Ma, Xuya Yu, Melatonin enhances astaxanthin accumulation in the green microalga Haematococcus pluvialis by mechanisms possibly related to abiotic stress tolerance, Algal Research, Volume 33, 2018, Pages 256-265, ISSN 2211-9264.
  • Wu L, Mo W, Feng J, Li J, Yu Q, Li S, Zhang J, Chen K, Ji J, Dai W, Wu J, Xu X, Mao Y, Guo C. Astaxanthin attenuates hepatic damage and mitochondrial dysfunction in non-alcoholic fatty liver disease by up-regulating the FGF21/PGC-1α pathway. Br J Pharmacol. 2020 Aug;177(16):3760-3777. doi: 10.1111/bph.15099. Epub 2020 Jun 27. PMID: 32446270; PMCID: PMC7393201.
  • Alugoju P, Krishna Swamy VKD, Anthikapalli NVA, Tencomnao T. Health benefits of astaxanthin against age-related diseases of multiple organs: A comprehensive review. Crit Rev Food Sci Nutr. 2022 Jun 16:1-66. doi: 10.1080/10408398.2022.2084600. Epub ahead of print. PMID: 35708049.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *