Seleziona una pagina

La taurina allunga la vita?

Giu 14, 2023 | Antiaging, Epigenetica, Nutraceutica

È uscito da pochissimo un articolo su Science che ha evidenziato risultati sorprendenti della somministrazione di taurina in topi e macachi: la loro durata della vita assumendo taurina è aumentata del 10-12% rispetto al gruppo a cui non è stata somministrata taurina.

Se l’assunzione di taurina in età avanzata desse gli stessi benefici nell’uomo, potrebbe equivalere a quasi un decennio in più di vita.

Ora ti racconto cosa dicono questi studi, ma per il momento, non abbandoniamoci a facili entusiasmi: ti spoilero già che servono maggiori ricerche, per quanto sia tutto molto promettente.

Cos’è la taurina?

La taurina è un aminoacido che si trova comunemente nella carne, nel pesce e nelle uova, mentre è più rara nei vegetali.

La conosci sicuramente perché è dentro molte bevande energetiche (come Red Bull o Monster), ma viene usata anche come integratore, è infatti popolare tra i bodybuilder e gli sportivi, in quanto pare riduca l’affaticamento muscolare durante la performance.

Sebbene la taurina non sia utilizzata per costruire proteine nel nostro organismo, ha una serie di ruoli, in particolare nel sistema nervoso centrale, dove regola la quantità di calcio nelle cellule nervose e controlla l’infiammazione.

È stata isolata per la prima volta negli anni ’20 del XIX secolo, dalla bile dei bovini europei (Bos taurus), da cui deriva il suo nome.

La ritroviamo nel nostro sangue, e con l’età il suo valore tende ad abbassarsi sempre di più.

Effetti epigenetici della taurina

Indovina un po’? Anche in questo caso è coinvolta l’epigenetica.

Nello studio sono stati evidenziati diversi cambiamenti nella metilazione del DNA e degli istoni dei soggetti a cui è stata somministrata taurina.

Si è visto che la taurina può influenzare la conformazione della cromatina, il che potrebbe contribuire ad “alterare” la trascrizione dal DNA durante l’invecchiamento.

Le analisi hanno mostrato che i pattern di metilazione nel muscolo e nella corteccia cerebrale dei topi anziani trattati con taurina era più simile a quello dei topi giovani che a quello dei topi anziani non trattati.

Tradotto: le cellule dei topi anziani trattati con taurina erano molto più giovani dei topi anziani senza taurina, e questo ha consentito loro di vivere meglio e più a lungo. La famosa “giovinezza duratura“?

I loro muscoli, il cervello, il sistema immunitario e altri organi funzionavano meglio rispetto a quelli che non hanno ricevuto l’integrazione.

Servono maggiori studi

Qualcuno a questo punto potrebbe chiedere: le bevande energetiche potrebbero aiutare le persone a vivere più a lungo?

Fermati, svuota il carrello di Amazon.

Questi risultati negli animali sono stati raggiungi con dosi molto importanti di taurina, anche 1 g per kg di peso corporeo. Ovvero un adulto di 80 chili dovrebbe prendere 80 grammi di taurina al giorno, che è una quantità enorme.

Questo corrisponde a quasi 20 litri di Redbull, per non parlare della caffeina!

Lo scopo di questi studi è sicuramente valutare effetti simili nell’uomo individuando un dosaggio minimo ideale, senza effetti collaterali.

Per questo servono maggiori studi, partendo sicuramente da una base estremamente affascinante ed inaspettata, con buone prospettive di un’azione senolitica da parte della taurina.

In generale, per l’attività fisica, ti suggerisco quello della Solgar.

Iscriviti alla newsletter!

* indicates required

Bibliografia

  • Parminder Singh et al. ,Taurine deficiency as a driver of aging.Science380,eabn9257(2023).DOI:10.1126/science.abn9257
  • Andrew R. Jagim, Patrick S. Harty, Grant M. Tinsley, Chad M. Kerksick, Adam M. Gonzalez, Richard B. Kreider, Shawn M Arent, Ralf Jager, Abbie E. Smith-Ryan, Jeffrey R. Stout, Bill I. Campbell, Trisha VanDusseldorp, Jose Antonio. (2023) International society of sports nutrition position stand: energy drinks and energy shots. Journal of the International Society of Sports Nutrition 20:1. 
  • Azize Bingöl Diedhiou, Zoran Milanović, Mustafa Can Eser, Fatma Neşe Şahin, Michael Hamlin, Ulaş Can Yıldırım. (2023) The effects of taurine ingestion on anaerobic and physiological performance in female rugby players. Research in Sports Medicine 0:0, pages 1-10. 
  • Matthew T. Stratton, Madelin R. Siedler, Patrick S. Harty, Christian Rodriguez, Jake R. Boykin, Jacob J. Green, Dale S. Keith, Sarah J. White, Brielle DeHaven, Abegale D. Williams, Grant M. Tinsley. (2022) The influence of caffeinated and non-caffeinated multi-ingredient pre-workout supplements on resistance exercise performance and subjective outcomes. Journal of the International Society of Sports Nutrition 19:1, pages 126-149. 

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *