Seleziona una pagina

Stress Cronico: come risolverlo?

Ago 22, 2023 | Fisiologia, Nutraceutica, Stress

Lo stress cronico è la vera epidemia del nostro tempo (insieme alla carenza di vitamina D e all’abuso di carboidrati raffinati).

Lo stress è una reazione normale e naturale del nostro corpo ad una situazione complicata o in generale ad un “non adattamento” ad una certa situazione. Questa reazione però è normale quando è acuta, è la stessa dei nostri antenati quando dovevano lottare contro una bestia feroce oppure fuggire: lo stress serve per avere la massima risposta dal nostro corpo per alcuni istanti o minuti.

Il nostro corpo non è programmato per lo stress cronico: stress cronici non danno possibilità di fuga, inizialmente il corpo si adatta e resiste, ma nel tempo non sarà in grado di sostenere lo stress e subentrerà l'”esaurimento“.

Questo “disadattamento” è definito come discordanza evolutiva: la nostra specie non si è evoluta abbastanza velocemente per sopportare questi carichi di stress, insorti in modo così imponente in particolare negli ultimi decenni.

Il leone dentro casa

Lo stress cronico ci fa vivere come se avessimo sempre un leone dentro casa. Siamo chiusi in una stanza, con la tensione costante che questo leone sbuchi dalla porta e ci assalga. Il nostro corpo, nello stress cronico, si comporta e ci fa sentire come se fossimo esattamente in questa situazione. Pronti a lottare o a fuggire, sempre, senza sosta.

Cerchiamo di resistere a questa situazione, ma non possiamo resistere per sempre: se questa resistenza supera la capacità di adattamento ormonale, ecco che si arriva all’esaurimento, o per meglio dire, esaurimento surrenalico.

Di questi meccanismi ormonali in cui è il cortisolo a farla da padrone ti avevo parlato nel dettaglio nel mio articolo “Stanchezza Cronica“.

I sintomi dello stress cronico

  • ansia, agitazione: di solito “la punta dell’iceberg” dello stress cronico
  • vasocostrizione, con riduzione del nutrimento di organi e tessuti
  • spesso mani fredde, umide
  • tachicardia, ipertensione transitoria (o i classici “attacchi di pressione alta”, le crisi ipertensive)
  • sonno agitato e/o risvegli mattutini precoci: ti svegli alle 5 e non dormi più, il “sistema ormonale” parte troppo presto
  • problemi gastrici: gastrite, ulcera, reflusso: il diaframma è contratto, la valvola esofago-stomaco (il cardias) rimane “più aperta”
  • colon irritabile
  • mal di testa in particolare muscolotensivi
  • tendenza ad infezioni (il cortisolo, ormone dello stress, riduce la funzionalità del sistema immunitario)
  • dimagrimento per consumo di grasso, muscoli e ossa (catabolismo molto dannoso alla nostra salute) o viceversa, ingrassamento, per eccesso di cortisolo e insulina
  • fame nervosa: si cercano soprattutto carboidrati (carbo craving)
  • colesterolo alto (da cui deriva la produzione di cortisolo)
  • rallentamento della tiroide.

Quanto tutta questa situazione dura troppo e non riusciamo più a reagire, passiamo poi alla fase di iporeattività di cui ti parlavo nel video sulla stanchezza cronica, che comprende però anche molti altri sintomi: lo approfondiremo presto.

Cosa fare?

Per uscire dal vortice dello stress cronico bisogna innanzitutto immaginare davanti un percorso lungo, anche di mesi.

Molto spesso non è possibile rimuovere le cause dello stress (lavoro, famiglia, relazioni, etc.). Qui intervengono allora dei consigli molto utili e spesso sottovalutati.

  • Fai attività fisica. La prima cura per lo stress è fare attività fisica regolare!
  • Cura il tuo sonno. Dormire almeno 7-8 ore a notte è fondamentale. Spesso io inizio proprio da qui nei miei pazienti.
  • Esponiti alla luce solare, specialmente al mattino. Questo aiuta a regolare meglio il tuo ciclo sonno veglia e ha anch’esso un’azione positiva sullo stress.
  • Cura la tua alimentazione. Altro pilastro per la nostra salute mentale, te ne avevo parlato qui.
  • Se sei in difficoltà, parla con un professionista adeguato. Ti aiuterà enormemente a mettere tutto questo in ordine e ti suggerirà probabilmente degli integratori, degli adattogeni adeguati.

Vediamo nel dettaglio cosa può essere utile assumere. Come sempre, questo è un elenco generico, solo un professionista in materia sa consigliarti al meglio per districarti tra queste molecole.

Integratori per stress cronico

  • Rodiola Rosea: pianta con spiccata attività adattogena. Agisce sugli stati d’ansia e sulla depressione come calmante (aumenta la serotonina), rafforza la capacità dell’organismo a superare la tensione sotto stress psico-fisico e sportivo (in media la dose è 250-500 mg al giorno).
  • Fosfatidilserina: questa è una chicca, è un fosfolipide che aiuta a ridurre i livelli di cortisolo, l’ormone dello stress, anche del 20/40% (dose media 400-800 mg al giorno), utile anche in stress sportivo.
  • Witharia Somnifera (Ashwagandha): pianta adattogena e calmante, previene l’esaurimento nervoso, migliora concentrazione e memoria (ha azione protettiva sul sistema nervoso), sostiene il sistema immunitario sotto stress (dose media 125-250 mg al giorno). In questo prodotto trovi buoni dosaggi di entrambi.
  • Magnesio: lo stress tende ad esaurire le riserve di magnesio dell’organismo favorendo nervosismo, ansia, insonnia e tensione. Il magnesio non deve mai mancare in una situazione di stress cronico. Il magnesio migliore in questi casi è quello bisglicinato. Di questo ti consiglio anche 4-5 capsule al giorno per raggiungere dosaggi ottimali.
  • L-Teanina: ha attività rilassante, utile in caso di ansia da stress, stimola la produzione di GABA (dose media 100-250 mg al giorno).

Questo ultimo prodotto contiene buoni dosaggi di Ashwagandha KSM66, Rodiola e L-Teanina.

Concludendo, ti ripeto che il percorso per affrontare e risolvere problemi di stress cronico è molto spesso lungo, non bisogna avere fretta, e se non segui tutti gli aspetti di questo percorso e pensi di prendere due integratori e basta, sappi che non ti serviranno a nulla.

Il percorso è pieno di “pilastri” che servono per risollevare e sorreggere di nuovo la tua salute fisica e mentale, tirandone su solo uno o due, la casa non starà magicamente in piedi da sola!

Iscriviti alla newsletter!

* indicates required

Bibliografia

  • Hickie IB, Naismith SL, Robillard R, Scott EM, Hermens DF. Manipulating the sleep-wake cycle and circadian rhythms to improve clinical management of major depression. BMC Med. 2013 Mar 22;11:79. doi: 10.1186/1741-7015-11-79. PMID: 23521808; PMCID: PMC3760618.
  • Hellhammer J, Hero T, Franz N, Contreras C, Schubert M. Omega-3 fatty acids administered in phosphatidylserine improved certain aspects of high chronic stress in men. Nutr Res. 2012 Apr;32(4):241-50. doi: 10.1016/j.nutres.2012.03.003. Epub 2012 Apr 30. PMID: 22575036.
  • Ciocoiu M, Colev-Luca V, Bădescu M. Tulburări endocrino-metabolice în stresul cronic [Endocrine-metabolic disturbances in chronic stress]. Rev Med Chir Soc Med Nat Iasi. 2003 Jan-Mar;107(1):46-50. Romanian. PMID: 14755969.
  • Panossian, A. G., & Wagner, H. (2005). Stimulating effect of adaptogens: an overview with particular reference to their efficacy following single dose administration. Phytotherapy Research, 19(10), 819-838.
  • Anghelescu IG, Edwards D, Seifritz E, Kasper S. Stress management and the role of Rhodiola rosea: a review. Int J Psychiatry Clin Pract. 2018 Nov;22(4):242-252. doi: 10.1080/13651501.2017.1417442. Epub 2018 Jan 11. PMID: 29325481.
  • Ivanova Stojcheva E, Quintela JC. The Effectiveness of Rhodiola rosea L. Preparations in Alleviating Various Aspects of Life-Stress Symptoms and Stress-Induced Conditions-Encouraging Clinical Evidence. Molecules. 2022 Jun 17;27(12):3902. doi: 10.3390/molecules27123902. PMID: 35745023; PMCID: PMC9228580.
  • Lopresti, A. L., Smith, S. J., Malvi, H., & Kodgule, R. (2019). An investigation into the stress-relieving and pharmacological actions of an ashwagandha (Withania somnifera) extract: A randomized, double-blind, placebo-controlled study. Medicine, 98(37), e17186.
  • Baumeister J, Barthel T, Geiss KR, Weiss M. Influence of phosphatidylserine on cognitive performance and cortical activity after induced stress. Nutr Neurosci. 2008 Jun;11(3):103-10. doi: 10.1179/147683008X301478. PMID: 18616866.
  • Black, D. S., & Slavich, G. M. (2016). Mindfulness meditation and the immune system: a systematic review of randomized controlled trials. Annals of the New York Academy of Sciences, 1373(1), 13-24.
  • Carlson, L. E., & Garland, S. N. (2005). Impact of mindfulness-based stress reduction (MBSR) on sleep, mood, stress, and fatigue symptoms in cancer outpatients. International Journal of Behavioral Medicine, 12(4), 278-285.
  • Euston, D. R., Gruber, A. J., & McNaughton, B. L. (2012). The role of medial prefrontal cortex in memory and decision making. Neuron, 76(6), 1057-1070.
  • Hidese S, Ogawa S, Ota M, Ishida I, Yasukawa Z, Ozeki M, Kunugi H. Effects of L-Theanine Administration on Stress-Related Symptoms and Cognitive Functions in Healthy Adults: A Randomized Controlled Trial. Nutrients. 2019 Oct 3;11(10):2362. doi: 10.3390/nu11102362. PMID: 31623400; PMCID: PMC6836118.
  • Kimura K, Ozeki M, Juneja LR, Ohira H. L-Theanine reduces psychological and physiological stress responses. Biol Psychol. 2007 Jan;74(1):39-45. doi: 10.1016/j.biopsycho.2006.06.006. Epub 2006 Aug 22. PMID: 16930802.
  • Monteleone P, Maj M, Beinat L, Natale M, Kemali D. Blunting by chronic phosphatidylserine administration of the stress-induced activation of the hypothalamo-pituitary-adrenal axis in healthy men. Eur J Clin Pharmacol. 1992;42(4):385-8. doi: 10.1007/BF00280123. PMID: 1325348.

4 Commenti

  1. Marco

    Come gestire tutto questi integratori

    Rispondi
  2. Isa

    Buonasera,volevo chiedere se posso prendere uno di questi integratori, io soffro di ansia e unnpo di depressione agitazione, sto prendendo 8 gocce la sera dose bassa di ELOPRAM… posso prendere anche uno di questo integratore ?

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *