Seleziona una pagina

Cioccolato e salute

Ott 12, 2023 | Alimentazione, Medicina Preventiva

Ti piace il cioccolato?

Oggi ti parlo di un enorme studio, il COSMOS Trial, che ha analizzato le proprietà del cioccolato, alimento amato da molti e con potenzialità per la nostra salute. Io stesso adoro l’extra-fondente e difficilmente ne faccio a meno in una giornata.

Facciamo prima un breve ripasso.

Chimica del cioccolato

Partiamo dalla teobromina, il principale “principio attivo” del cioccolato, sostanza chimica appartenente alla famiglia delle metilxantine, è un alcaloide simile alla caffeina, ma con un effetto meno stimolante sul sistema nervoso centrale.

La teobromina ha diverse blande proprietà farmacologiche, tra cui effetti diuretici, vasodilatatori e lievi stimolanti sul sistema cardiovascolare. Attenzione però: alcune persone possono essere più sensibili agli effetti della teobromina, manifestando sintomi come irritabilità, agitazione, aumento della pressione sanguigna o disturbi del sonno.

Altri componenti nobili del cioccolato sono i flavonoidi, in particolare troviamo il loro sottogruppo flavanoli (flavan 3-oils in inglese).

Questi agiscono come antiossidanti e antinfiammatori nel nostro corpo. Numerose ricerche hanno dimostrato che i flavonoidi presenti nel cioccolato fondente possono contribuire a migliorare la funzione dei vasi sanguigni e ridurre il rischio di malattie cardiovascolari.

Lo studio COSMOS

In questo grande trial è stato somministrato un estratto di cacao contenente 500 mg di flavanoli a 21,442 persone per più di 3 anni.

I risultati ci dicono che c’è stato in queste persone un 10% in meno di problemi cardiovascolari (ictus, infarto, angina) rispetto al gruppo che non ha assunto l’estratto; questa variazione non è molto significativa.

La vera sorpresa è che e in generale si è osservato un 27% in meno di morte da evento cardiovascolare. Questo dato è senza dubbio molto interessante.

Visti poi i benefici spesso citati sul nostro sistema nervoso, nello studio si è indagato un eventuale aiuto del cioccolato nell’invecchiamento del cervello: qui non c’è stata differenza, ovvero l’estratto di cioccolato non ha rallentato il deterioramento cognitivo.

Diciamo quindi che si conferma in generale una prevenzione soprattutto cardiovascolare.

Cioccolato nell’alimentazione

Il consiglio che ti dò è di consumare spesso un po’ di cioccolato, magari in una colazione proteica (con uova o con avena, a seconda dei tuoi gusti), e mi raccomando, che sia super fondente: il mio fondente preferito è intorno al 90%.

Non esagerare però, nello studio si parlava di quantità piccole e in ogni caso il cioccolato non è adatto a tutti: quello al latte è molto ricco di zuccheri e grassi, per questo è molto meglio preferire alte percentuali di fondente.

Inoltre non è consigliato con alcuni farmaci, in quanto può inibire l’attività piastrinica.

Per avere bassissimi zuccheri ti consiglio il cioccolato keto, ad esempio:

Iscriviti alla newsletter!

* indicates required

Bibliografia

  • Manson JE, Aragaki AK, Rist PM, Johnson LG, Friedenberg G, Copeland T, Sesso HD, Clar A, Mora S, Moorthy MV, Sarkissian A, Carrick WR, Anderson GL; COSMOS Research Group. Effect of cocoa flavanol supplementation for the prevention of cardiovascular disease events: the COcoa Supplement and Multivitamin Outcomes Study (COSMOS) randomized clinical trial. Am J Clin Nutr. 2022 Jun 7;115(6):1490-1500. doi: 10.1093/ajcn/nqac055. PMID: 35294962; PMCID: PMC9170467.
  • Hooper L, Kay C, Abdelhamid A, et al. Effects of chocolate, cocoa, and flavan-3-ols on cardiovascular health: A systematic review and meta-analysis of randomized trials. Am J Clin Nutr. 2012;95(3):740-751.
  • Ried K, Sullivan TR, Fakler P, et al. Does chocolate reduce blood pressure? A meta-analysis. BMC Med. 2010;8:390.
  • Shrime MG, Bauer SR, McDonald AC, et al. Flavonoid-rich cocoa consumption affects multiple cardiovascular risk factors in a meta-analysis of short-term studies. J Nutr. 2011;141(11):1982-1988.
  • Aron PM, Kennedy JA. Flavan-3-ols: nature, occurrence and biological activity. Mol Nutr Food Res 2008;52:79-104.
  • Rein D, Paglieroni TG, Wun T, Pearson DA, Schmitz HH, Gosselin R, Keen C. Cocoa inhibits platelet activation and function. Am J Clin Nutr 2000;72:30-5

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *